Hai ottenuto l’appuntamento per il colloquio di lavoro che aspettavi? 

Le buone occasioni per conoscere e farsi conoscere dalle aziende, come le 14 fiere digitali del lavoro Digital Talent Week targate Cving sono vicine!

Non farti cogliere di sorpresa e preparati a rispondere alle più frequenti domande in un colloquio di lavoro in presenza ma anche nel video colloquio in differita!

Prima di tutto approfondisci la conoscenza dell’azienda che incontrerai:

Arrivare preparati al colloquio di lavoro è fondamentale per dare immediatamente prova del reale interesse verso la posizione offerta.

La prima cosa da fare è prendere informazioni utili a capire chi abbiamo davanti: quali sono la struttura, i volumi, la mission, i valori e il posizionamento sul mercato dell’azienda? Consultare il sito web e le pagine social dell’azienda, gli articoli e le news disponibili in rete ti aiuterà a rispondere ad alcune ricorrenti domande nel colloquio di lavoro. Vediamo alcuni esempi!

Ci parli di lei…

Difficilmente un colloquio di lavoro non inizia con questo invito a raccontare se stessi. Non si tratta di una esortazione a ripetere pedissequamente quanto scritto sul curriculum vitae, ma un’occasione per completare le informazioni scritte con dettagli omessi o aneddoti utili.

Perché è interessato a lavorare nella nostra azienda?

Per arrivare preparati e rispondere bene a questa frequentissima domanda, è utile fare quanto consigliato poco sopra: prendere informazioni! Non esiste una risposta giusta a prescindere: potresti sentirti in linea con alcuni valori aziendali oppure potresti essere interessato a uno dei progetti di sviluppo in corso, l’importante è dare prova di conoscere l’azienda. 

Cosa sa della nostra azienda?

Tra tutte le domande ricorrenti durante le interviste di lavoro questa è forse la più utile al candidato per dare dimostrazione del reale interesse nei confronti dell’azienda e del livello di motivazione a ricoprire il ruolo offerto. Se avete qualche domanda da porre riguardo all’azienda, questo è il momento giusto per farla!

Perché dovremmo scegliere proprio lei?

Per rispondere a questa domanda puoi giocare liberamente le tue carte: puoi parlare del tuo modo di approcciare il lavoro, le tue caratteristiche che potrebbero rappresentare un valore nel contesto in cui opera l’azienda o i risultati quantitativi raggiunti in posizioni analoghe.

Perché ha lasciato il precedente lavoro?

Questa domanda potrebbe metterti in difficoltà in caso di precedenti rapporti di lavoro conflittuali. Trova le parole e il tono giusto ma rispondi con sincerità. 

Qual è il suo punto debole e qual è il suo punto di forza?

Rispondi a questa domanda senza incertezze, la tua risposta sarà utile al recruiter a valutare la tua capacità di reagire in situazioni di difficoltà. Eludere la risposta potrebbe essere interpretato come indice di  consapevolezza dei tuoi limiti professionali. Spiega in che modo ti adoperi per superare o mitigare i tuoi difetti: avere un approccio positivo di fronte alle difficoltà è sempre un vantaggio, anche nella vita professionale!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *