Gli strumenti a disposizione di chi cerca lavoro sono innumerevoli: motori di ricerca, portali di agenzie di selezione e siti aziendali sono i principali riferimenti per partecipare a selezioni del personale sempre più agili

Le opportunità della rete sono infinite e, come nel caso delle Digital Talent Week promosse da CVing, offrono la possibilità di conoscere progetti, valori e mission delle aziende alle quali proporre la propria figura professionale in modo sempre più consapevole.

Candidatura spontanea, quanto conta la rete di contatti?

Se è vero che l’autocandidatura è indice di intraprendenza del candidato, è altrettanto vero che proporsi alle aziende in maniera spontanea e impersonale attraverso curriculum e lettera di presentazione standardizzata non porta, nella maggioranza dei casi al risultato sperato. 

Se si vuole quindi tentare la strada dell’autocandidatura aumentando le possibilità di essere ricontattati dall’azienda, è bene iniziare dal confezionare un CV efficace e scrivere una lettera di motivazione evitando qualunque formula preconfezionata. 

Una buona presentazione funziona in modo particolare se sostenuta da una rete di contatti ben costruita. 

Stabilire e coltivare relazioni con persone attive all’interno delle aziende verso cui si nutre interesse è più importante di quanto si pensi.

Secondo ISFOL, l’Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori, ente nazionale di ricerca sottoposto alla vigilanza del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, circa un terzo delle posizioni di lavoro disponibili viene raggiunto da candidati che sono stati in qualche modo presentati da persone già operative in azienda.

Perché una buona rete di contatti aumenta l’efficacia della candidatura spontanea?

Costruire relazioni professionali attraverso i social dedicati al mondo del lavoro, uno fra tutti LinkedIn, significa rimanere aggiornati sui progetti delle aziende e sullo “stato di salute” del settore lavorativo nel quale si vuole operare. 

Attraverso scambi di notizie, impressioni e informazioni sui progetti in corso, è possibile scegliere il momento più propizio per candidarsi spontaneamente e a volte sapere in anticipo quali posizioni lavorative potrebbero aprirsi nel breve tempo.

La candidatura spontanea funziona se risponde ad una esigenza dell’azienda che la riceve!

Hai preso informazioni sull’azienda di tuo interesse, hai raccolto attraverso la tua rete di contatti impressioni e opinioni di qualcuno che già lavora all’interno  e sei arrivato alla conclusione che, in base alle tue esperienze pregresse e alla tua formazione, riusciresti a fare un buon lavoro o a portare soluzioni utili all’azienda in quel particolare momento.

Potrebbe trattarsi, per esempio di un periodo in cui l’azienda si sta riorganizzando, oppure sta lavorando ad un nuovo progetto, o sta allargando il proprio mercato. 

Questo è probabilmente il momento giusto per presentarti, offrendo collaborazione sulla base dei risultati ottenuti in circostanze analoghe in altre realtà aziendali o all’interno di progetti simili.

Approfondisci la conoscenza dell’azienda nella quale vuoi entrare e prendi consapevolezza del valore che potresti portare:  attraverso l’autocandidatura potresti ottenere l’occasione lavorativa che stai cercando!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *