Cerchi lavoro all’interno di un’organizzazione dove ci siano reali possibilità di carriera? Le informazioni in rete non mancano e attraverso strumenti innovativi come la nuova experience platform di CVing puoi individuare l’azienda con le opportunità e i progetti perfetti per te.

Sì, crescere all’interno dell’azienda è possibile, ma quali cambiamenti devi aspettarti?

I tuoi colleghi nel tempo sono diventati  tuoi amici. Con alcuni di loro condividi anche il tempo libero e che dire delle pause pranzo trascorse sempre insieme? Sembra un un idillio… ma cosa ne sarà di questi rapporti ora che hai ricevuto una promozione e sei diventato il capo dei tuoi colleghi di sempre?

Partiamo da un dato positivo

Sei all’interno di un’azienda che promuove la crescita interna e sa valorizzare le risorse presenti. Una fortuna: il 30% dei lavoratori, secondo uno studio condotto dalla  società di ricerca globale Censuswide per Kaspersky, nutre insoddisfazione verso il proprio ruolo e ben il 44% degli italiani vorrebbe cambiare lavoro.

Ma tu hai appena avuto un avanzamento di carriera, sei stato scelto perché hai tutte le carte in regola per ricoprire il nuovo ruolo. Non dimenticarlo mai e non temporeggiare: informa i tuoi colleghi, e, se possibile, fai con loro incontri individuali mettendo in chiaro le  aspettative reciproche.

Saranno tutti felici per la tua promozione?

No, affatto. Come ogni capo, avrai, compreso nel pacchetto “nuovo ruolo”, il tuo numero di detrattori.  Qualcuno te lo aspetterai, qualcuno ti sorprenderà e qualcuno ti deluderà.

Fa parte del gioco.

Con i tuoi colleghi tutto sarà come prima?

No, inutile girarci intorno. I rapporti tra di voi cambieranno, si trasformeranno. La qualità del loro lavoro ora è tua responsabilità, dovrai assegnare attività e valutarle.  Il rapporto tra di voi non potrà non risentire di questo cambiamento e per gestirlo al meglio dovrai mettere in campo diplomazia, fermezza e ottime capacità comunicative.

Abbandona la vecchia postazione

Probabilmente alla tua promozione seguirà un piccolo trasloco. Occuperai una nuova postazione,  più defilata o un ufficio diverso. Non avrai più i tuoi amici gomito a gomito, ma questo spostamento sarà utile a tutti e disegnerà la nuova geografia dei vostri rapporti in ufficio.

Il tono informale non funziona

Non impostare i nuovi rapporti con gli ex colleghi all’insegna dell’informalità.  Ci saranno momenti divertenti in cui scherzare e scambiare qualche battuta ma, in linea generale, dovrai  impostare una comunicazione chiara e rispettosa alla nuova gerarchia. Da subito.

Evita i luoghi preposti al chiacchiericcio

Ogni luogo di lavoro ha i propri “angoli del pettegolezzo”: la macchinetta del caffè, l’angolo più riparato della saletta ristoro, l’ultimo bagno in fondo a destra.  Li conosci bene, da oggi dimenticali. Quei momenti vissuti non tornano, e meno male. Hai l’impressione di tradire i tuoi vecchi amici? Sappi che anche loro da oggi saranno più guardinghi nei tuoi confronti. Non puoi farci niente, va così.

Qualche vecchio amico resterà?

Sì. Scoprirai tra i tuoi vecchi colleghi qualcuno abbastanza maturo da capire le nuove dinamiche e gestirle con rispetto.

Ci vorrà del tempo, non avere fretta e non lasciarti andare a confidenze con i tuoi vecchi compagni di scrivania: ora sei un capo, i tuoi ex colleghi  non sono mai stati indulgenti con i capi e non lo saranno neanche con te.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *